Il recupero dati da database può essere un compito complesso, soprattutto in scenari in cui si è verificata una perdita o corruzione dei dati a causa di fattori come cryptolockers, errori del disco o cancellazioni accidentali. Fortunatamente, ci sono alcuni passaggi generali che è possibile seguire per il recupero dei dati in diversi sistemi di database:

  1. Identificare la causa e l'estensione del danno
  2. Prendere immediatamente provvedimenti per evitare ulteriori danni
  3. Ripristinare dai backup
  4. Analizzare gli errori del disco
  5. Utilizzare strumenti di recupero specifici del database
  6. Richiedere assistenza professionale

Ricorda sempre di lavorare con una copia dei dati interessati e di evitare modifiche dirette ai dischi o database originali fino a quando non si ha una chiara comprensione del processo di recupero o in caso non si venga guidati da dei professionisti.

Nota: I passaggi di recupero specifici del database e gli strumenti possono variare in base al sistema di database, alla versione e alla natura della perdita di dati. È fondamentale fare riferimento alla documentazione e alle risorse specifiche del sistema di database con cui si sta lavorando, nonché consultare professionisti esperti nel recupero dei database.

Ora che abbiamo visto a grandi linee quali sono i passaggi da seguire, è arrivato il momento di analizzarli uno per volta.

Valuta i danni

Come primo passo dovrai ricercare le origini del problema, in modo da poter selezionare la strategia giusta da adottare. Per identificare la causa e l'estensione del danno ai tuoi database, segui questi passaggi:

Raccogli informazioni

Raccogliere il maggior numero possibile di informazioni sulle circostanze che hanno portato alla perdita o alla corruzione dei dati. Ciò include eventuali messaggi di errore, timestamp di quando si è verificato il problema, modifiche o aggiornamenti di sistema recenti oltre che qualsiasi comportamento insolito che puoi aver notato prima della perdita di dati.

Esamina i log di sistema/database

 Controllare i log di sistema dei server per eventuali messaggi di errore o avvisi pertinenti. Essi possono fornire informazioni preziose sugli eventi che hanno portato alla perdita di dati, come errori del disco, problemi di rete o comportamenti anomali del sistema.

Molti sistemi di database inoltre mantengono log delle transazioni o log degli errori che registrano l'attività del database. Esamina anche questi ultimi per identificare eventuali errori o anomalie che potrebbero aver contribuito alla perdita di dati.

Prova a ricercare voci relative a transazioni non riuscite, o che suggeriscano una corruzione del database e/o attività sospette.

Consulta il personale IT

Parlare con il personale IT o gli amministratori di database che hanno accesso ai sistemi interessati può essere molto di aiuto poiché potrebbero essere in possesso di informazioni aggiuntive su cambiamenti, aggiornamenti o eventi recenti che potrebbero aver causato la perdita di dati. 
Collaborare con loro per raccogliere informazioni e valutare la situazione è di fondamentale importanza.

Effettua un'analisi di sistema

Se la perdita di dati è causata da errori del disco, puoi provare ad utilizzare software di diagnostica per analizzare lo stato dei dischi o dei sistemi di archiviazione.

Strumenti come CHKDSK (Windows) o fsck (Linux) possono aiutare a individuare e riparare gli errori del disco. In caso di guasti hardware, puoi consultare degli esperti (o gli stessi fornitori) per aiutarti a diagnosticare e risolvere i problemi.

Determina la portata della perdita di dati

 Identificare quali database o tabelle specifiche all'interno dei database sono interessati dalla perdita di dati aiuterà a comprendere l'estensione del danno e a stabilire delle priorità durante il recupero. Se possibile, inoltre, è buona norma verificare la disponibilità di backup recenti per i database interessati.

Testa l'accesso ai dati

Potresti tentare di accedere ai database o alle tabelle interessate per determinare se la perdita di dati è completa o parziale. Prova a valutare se risulti possibile recuperare eventuali dati, anche se incompleti o corrotti. Ciò servirà a darti un'idea delle possibilità di recupero e aiuterà nella pianificazione dei passaggi successivi.

Documenta le tue scoperte

Non dimenticare di tenere un registro dettagliato dell’analisi e delle scoperte effettuate, documentando le diverse cause della perdita di dati, l'estensione del danno subito e qualsiasi informazione rilevante; tutto ciò faciliterà il processo di recupero.

È importante notare che l'identificazione della causa e dell'estensione del danno può essere un processo lungo e complicato.

Questa documentazione sarà inoltre decisamente utile per i servizi professionali di recupero dati o gli specialisti che potresti dover consultare in seguito.

In alcuni casi, infatti, potrebbe essere necessario il supporto di esperti o di aziende con esperienza in recupero dati da database. Questi ultimi, attraverso le conoscenze, gli strumenti necessari e la documentazione da te fornita, potranno condurre analisi approfondite e fornirti le indicazioni sul percorso migliore da seguire per il recupero dei dati.

Previeni ulteriori perdite

Dopo aver individuato guasti o errori, una delle cose più importanti da fare sarà prevenire altri danni e perdite di dati. Per farlo, risulterà fondamentale prendere provvedimenti immediati. 

Disconnettiti dalla rete

Se la perdita di dati è causata da un cryptolocker o da altri malware, dovrai isolare i sistemi interessati dalla rete il prima possibile. La disconnessione dalla rete contribuisce a prevenire la diffusione del malware ad altre macchine o server, riducendo al minimo i danni potenziali.

Spegni i sistemi coinvolti

Spegnere i sistemi interessati per interrompere eventuali processi o attività in corso che potrebbero causare ulteriori danni. Questa azione contribuisce a preservare lo stato attuale del sistema e impedisce modifiche aggiuntive ai dati.

Preserva i dischi e i volumi originali

È consigliato evitare di apportare modifiche ai dischi o ai volumi originali in cui risiedono i database coinvolti. Questa precauzione garantisce che i dati originali rimangano intatti, offrendo una maggiore possibilità di successo nel recupero dati da database.

Crea immagini dei dischi

Prima di tentare qualsiasi azione di recupero dati da database o di riparazione, è buona norma creare immagini dei dischi interessati. La creazione di un'immagine disco consiste nella realizzazione di una copia bit a bit del disco originale, che permette di preservarne i contenuti per analisi e scopi di recupero. Questo passaggio contribuisce a prevenire la perdita accidentale dei dati durante i tentativi di recupero (soprattutto nei casi più delicati).

Prendi nota dei timestamp di sistema

Un’altra buona abitudine è quella di registrare i timestamp degli eventi significativi relativi alla perdita di dati. Ciò include il momento in cui è stata notata la perdita di dati, gli aggiornamenti e le modifiche di sistema avvenuti di recente o eventuali attività sospette osservate. I timestamp sono sicuramente una risorsa preziosa durante il processo di analisi e recupero.

Notifica le parti interessate

Come per la fase di valutazione, anche per prevenire ulteriori perdite è bene informare gli attori interessati sull'incidente di perdita di dati. Ciò include notificare il dipartimento IT, gli amministratori di database e il personale di gestione pertinente. Una comunicazione tempestiva garantisce che le risorse e le competenze appropriate vengano mobilitate per affrontare la situazione in modo efficace.

Richiedi assistenza professionale

A seconda della gravità e della complessità della perdita di dati, se non lo si è già fatto può essere utile coinvolgere servizi professionali di recupero dati o specialisti con competenze nel recupero dati da database. Essi possiedono strumenti specializzati e competenze per gestire scenari di recupero complessi.

Implementa misure di sicurezza

Se la perdita di dati è il risultato di una violazione della sicurezza, sarà necessario adottare in futuro migliori misure di sicurezza dei sistemi. Ciò potrebbe includere l'aggiornamento del software con le ultime patch in termini di sicurezza, l'implementazione di controlli di accesso più robusti e la revisione dei protocolli di sicurezza impiegati per prevenire futuri incidenti.

Ricorda che ogni situazione è unica e che le azioni da intraprendere possono variare in base alle circostanze specifiche. Bilanciare la necessità di interventi immediati con la prudenza necessaria per evitare di aggravare la situazione è molto importante.

Anche in questo caso l'assistenza e il supporto professionali possono essere preziosi per garantire l'adozione delle misure più appropriate per prevenire ulteriori danni e massimizzare le possibilità di successo nel recupero dei dati.

cloud recupero dati da database nuvola paesaggio campagna italia pianura

Ripristino da backup

Se si affronta una situazione in cui si è verificata una perdita di dati, il ripristino dai backup è un metodo comune ed efficace per il recupero dati da database. Ecco in linea generale il processo da seguire:

Valuta la disponibilità e la qualità dei backup

Prima di tutto bisogna determinare se si dispongono di backup recenti e affidabili dei database. I backup regolari sono cruciali per un recupero dei dati di successo. Verificare se i backup sono accessibili, memorizzati in modo sicuro e non influenzati dall'incidente di perdita di dati o da malware.

Identifica il backup appropriato

Se sono disponibili più backup, scegliere il più recente che precede la perdita di dati. Considerare fattori come l'integrità, la completezza e la coerenza del backup. Idealmente, selezionare un backup noto per essere in uno stato affidabile e utilizzabile.

Prepara l'ambiente di ripristino

Configurare un ambiente pulito e sicuro per il ripristino dei database. Ciò potrebbe comportare la creazione di nuovi server, la riconfigurazione del software di sistema del database e l'assicurazione che l'ambiente di ripristino soddisfi i requisiti hardware e software necessari.

Ripristina il backup

Seguire le procedure specifiche per il ripristino del backup del proprio sistema di database. A seconda del sistema di database utilizzato, i passaggi possono variare.

Verifica il ripristino e testa l'integrità dei dati

Dopo il ripristino, verificare che i dati siano stati correttamente ripristinati. Eseguire query di verifica, controllare l’integrità dei dati e confrontare i risultati con lo stato precedente alla perdita. Testare il funzionamento dell'applicazione o del sistema che utilizza i dati ripristinati per assicurarsi che tutto funzioni correttamente.

Implementa misure per prevenire futuri incidenti

Valutare e migliorare le strategie di backup e sicurezza per evitare futuri incidenti di perdita di dati. Considerare l'implementazione di un piano di backup regolare, di procedure di sicurezza più rigorose e di misure aggiuntive per rilevare e prevenire malware o violazioni della sicurezza.

Monitorare e ottimizzare le prestazioni

Dopo il ripristino dei dati, è importante monitorare le prestazioni del database e apportare eventuali ottimizzazioni necessarie. Monitorare le query, gli indici e le risorse di sistema per identificare aree di miglioramento. Eseguire regolarmente la manutenzione del database, come l'aggiornamento delle statistiche e la deframmentazione degli indici, per garantire sempre prestazioni ottimali.

Valuta la resilienza del sistema

Dopo il ripristino dei dati, valuta la resilienza del sistema e delle infrastrutture IT per prevenire futuri incidenti di perdita di dati. Verifica anche che i processi di backup siano ben documentati, testati regolarmente e aggiornati in base alle tue esigenze. Rivedi se necessario le politiche di sicurezza e di accesso al database in modo tale da garantire un ambiente sicuro per i tuoi dati.

È importante ricordare che il ripristino dai backup può essere efficace solo se si dispone di backup regolari, completi e affidabili. Mantenere una strategia di backup solida e testarla periodicamente per garantire che sia in grado di ripristinare i dati in modo corretto e tempestivo è una delle pratiche migliori per questo scopo.

Tieni presente però che le procedure e gli strumenti specifici per il ripristino dai backup possono variare a seconda del sistema di database utilizzato. Consulta sempre la documentazione ufficiale del tuo sistema di database o rivolgiti a professionisti esperti per ricevere istruzioni specifiche.

recupero dati da database errori disco uomo saldatura

Analisi degli errori del disco

L'analisi degli errori del disco è un aspetto fondamentale per il recupero dati da database. Questo processo comporta la diagnosi dei problemi relativi ai dischi o ai supporti di archiviazione interessati. Ora vediamo insieme i passi da seguire.

Identificare i sintomi degli errori del disco

Gli errori del disco possono manifestarsi in vari modi, come arresti anomali del sistema, scarse prestazioni, rumori insoliti provenienti dal disco (clicca su questo link se vuoi sapere cosa fare in caso di rumori anomali) o messaggi di errore che indicano problemi relativi al disco. Prestare attenzione a eventuali segnali di avvertimento o sintomi che indicano potenziali errori ed intervenire immediatamente può garantire maggiori probabilità di successo nel recupero dati da database.

Adoperare strumenti diagnostici per i dischi

La maggior parte dei sistemi operativi fornisce strumenti diagnostici integrati per i dischi che possono aiutare a identificare e analizzare gli errori del disco. Ad esempio:

  1. Windows: questo sitema operativo mette a disposizione strumenti come CHKDSK (Check Disk) o Disk Error Checking. Questi strumenti scansionano il disco per individuare errori, cercano di correggerli e forniscono un rapporto sulla salute del disco.
  2. Linux: questo sistema operativo fornisce utility come fsck (file system check) o badblocks. Questi strumenti eseguono una scansione del file system e verificano la presenza di errori sul disco o su specifiche partizioni.

Consultare gli strumenti del produttore del disco

I produttori di dischi spesso forniscono strumenti diagnostici specializzati per i loro modelli specifici di dischi. Questi strumenti offrono funzionalità più avanzate per rilevare e riparare gli errori del disco. Di solito, è sufficiente visitare il sito web del produttore per scaricare e utilizzare il software diagnostico consigliato.

Effettuare un'ispezione fisica

Se gli errori del disco persistono o se si sospetta un danneggiamento fisico del disco, si dovrà effettuare un'ispezione fisica. Esaminare attentamente il disco per eventuali segni visibili di danni, come graffi, ammaccature o connessioni allentate. Assicurarsi che il disco sia correttamente collegato al sistema o provare a collegarlo a un'altra macchina per escludere problemi legati alla connessione.

Considerare l'assistenza professionale

Se si è incerti sulla diagnosi o sulla riparazione degli errori del disco o se la situazione coinvolge dati critici, è consigliabile ricorrere all'assistenza professionale. I professionisti del recupero dati hanno le competenze e gli strumenti necessari per gestire problemi complessi relativi ai dischi. Possono eseguire analisi approfondite e fornire indicazioni sul percorso migliore da seguire per il recupero dati da database.

Riparare o sostituire il disco

A seconda della gravità degli errori del disco, potrebbe essere necessario riparare o sostituire il disco interessato. In alcuni casi, gli strumenti diagnostici possono tentare automaticamente di correggere gli errori durante il processo di scansione. Tuttavia, per errori gravi o irrecuperabili, la sostituzione del disco potrebbe essere l’unica via.

Recuperare i dati dal disco

Se si è verificata una perdita di dati a causa di errori del disco, è fondamentale dare priorità al recupero dei dati. Per farlo, ricorda che sarà sempre meglio avvalersi di tecniche e attrezzature specializzate per estrarre i dati dai dischi difettosi, riducendo il rischio di ulteriori danni o perdita di dati.

Implementare misure preventive

Una volta risolti gli errori e recuperati i dati, si dovranno adottare misure per prevenire futuri errori del disco. Ciò comporta una manutenzione regolare, come l'esecuzione di controlli sui dischi, il mantenimento del sistema operativo e dei driver aggiornati e come già accennato l'implementazione di adeguate strategie di backup e di sicurezza per ridurre l'impatto di eventuali futuri problemi legati ai dischi.

Ricorda di maneggiare i dischi con cura per evitare ulteriori danni fisici durante il processo di analisi o recupero. Se si ha qualche dubbio, è meglio consultare professionisti che abbiano le competenze necessarie per la corretta diagnostica dei dischi e il loro ripristino.

Strumenti specifici di recupero dati da database

Gli strumenti di ripristino specifici e di recupero dati da database sono software o utility specializzate fornite dai fornitori di database o da fornitori terzi. Questi strumenti offrono funzionalità avanzate per il recupero dei dati da specifici sistemi di database.

MySQL 

  1. mysqldump: questo strumento a riga di comando consente di creare backup logici dei database MySQL. Può essere utilizzato per esportare la struttura del database e i dati in un file, che può essere successivamente ripristinato per il recupero dati da database.
  2. Percona XtraBackup: questo strumento di terze parti fornisce backup e ripristini "hot" per i database MySQL. Crea una copia coerente del database senza interrompere le operazioni in corso, consentendo un ripristino più rapido.

Firebird

  1. gbak (InterBase Backup Utility): Firebird include gbak, una utility che consente di creare e ripristinare backup fisici dei database Firebird. Offre opzioni per backup completi, backup incrementali e controlli di validazione durante il ripristino.
  2. IBSurgeon FirstAID: questo strumento di terze parti è specificamente progettato per il recupero dati da database Firebird. Può riparare strutture dati corrotte, recuperare file eliminati e gestire varie problematiche di coerenza dei dati.

MSSQL (Microsoft SQL Server)

  1.  SQL Server Management Studio (SSMS): SSMS è lo strumento di gestione ufficiale per Microsoft SQL Server. Include funzionalità per operazioni di backup e ripristino, consentendo il recupero dati da database tramite backup o dai log delle transazioni.
  2.  Comando "RESTORE DATABASE: SQL Server fornisce il comando "RESTORE DATABASE", che permette il ripristino di database da backup. Supporta vari opzioni di recupero come backup completi, backup differenziali e backup dei log delle transazioni.

Microsoft Access

  1. Compact and Repair Database: Microsoft Access include una funzione integrata chiamata Compact and Repair Database. Essa aiuta a riparare e ottimizzare i database di Access compattandoli e correggendo eventuali problemi strutturali che possono causare la perdita o la corruzione dei dati. 
  2.  Ripristino dai backup: se si dispongono di backup regolari ed affidabili dei database di Access, è possibile ripristinarli direttamente utilizzando i file di backup. Il processo di solito prevede la sostituzione del file di database danneggiato con il file di backup.

È importante fare riferimento alla documentazione specifica e alle risorse fornite dai fornitori di database o dai fornitori di strumenti di ripristino specifici del database per istruzioni dettagliate sull'utilizzo di questi strumenti di ripristino.

Inoltre, gli strumenti di ripristino specifici del database possono avere caratteristiche e funzioni aggiuntive oltre alle operazioni di base di backup e ripristino, come la gestione dei log delle transazioni, la riparazione delle strutture del database o l'estrazione dei dati da file corrotti.

Assicurati sempre di avere backup aggiornati e di testare attentamente il processo di ripristino per garantirne l'efficacia prima di fare affidamento esclusivamente sugli strumenti di ripristino specifici del database.

In conclusione

In questo articolo abbiamo visto quali sono i principali passi da seguire per intraprendere al meglio il processo di recupero dati da database.

A partire dalle fasi di valutazione dei danni fino a quelle di effettivo recupero, è importante sempre procedere con calma, analizzando attentamente i vari aspetti dell’operazione che si sta effettuando e senza mai esitare nella richiesta di assistenza da parte di professionisti nei casi in cui vi sia la necessità di strumenti specializzati (che siano hardware o software) o di conoscenze approfondite.

In conclusione, il recupero dei dati da database può risultare semplice (in caso di una buona gestione e manutenzione dei sistemi) o molto complesso, e chiedere un parere a degli esperti spesso risulta la migliore scelta, soprattutto se teniamo in considerazione l'importanza cruciale di certi dati. 

Speriamo di esserti stati di aiuto e se così non dovesse essere, non esitare a contattarci!

Recupero Dati Professionale

Data Recovery Specialist

Data Recovery Specialist
Le nostre ultime recensioni a 4 e 5 stelle:
5 out of five star rating on Trustpilot
Tutti i dati sono stati recuperati in breve tempo. Organizzazione super.
Risposta di Datalab recupero dati 21 February
La ringrazio per aver dedicato il suo tempo ad esprimere la sua opinione del nostro servizio. Non esiti a contattarci se dovesse avere delle domande.
Per saperne di più
5 out of five star rating on Trustpilot
professionalità
trasparenza nel preventivo
risposte rapide a domande e dubbi posti via mail
chiarezza nella comunicazione
ottimo recupero dei dati
Risposta di Datalab recupero dati 8 February
La ringraziamo sinceramente per aver dedicato del tempo a condividere la sua positiva esperienza del nostro servizio.
Se avesse bisogno di assistenza o avesse ulteriori domande in futuro, non esiti a contattarci.
Per saperne di più
5 out of five star rating on Trustpilot
Un'ottima azienda.
Recupero dati su un HD con i filmati di famiglia effettuato in tempi brevi.
Purtroppo molti soldi da pagare, ma almeno ho riavuto i miei ricordi.
Risposta di Datalab recupero dati 1 February
Grazie per averci scelto e per aver condiviso la sua esperienza positiva.
Per saperne di più
Pezzi di ricambio recupero dati da database
20.000

Pezzi di ricambi immediatamente disponibili

recensioni di recupero dati da database
4.7

Trustscore sulle recensioni Truspilot

esperienza nel recupero dati da database
22

Anni di esperienza al vostro servizio

Percentuale di successo nel recupero dati da database
90+%

Percentuale di successo nel recupero dati

CHI CI HA SCELTO:
Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Scienza e Tecnologia dei Materiali
Gazzetta di Parma
Cigno Verde Cooperativa Sociale
Clevertech SPA
Comune di Sant Ilario Enza
Comune di Bibbiano
Ingegneria Industriale Università Di Padova
Cia Agricoltori Italiani
Previous Next